A NEURONI INTORPIDITI

Vi invito a raggiungere l’isola di Pantelleria, la prossima estate, a neuroni intorpiditi.
C’è un gran baccano intorno a noi, troppe parole e ne stiamo facendo indigestione.
E’ un’allerta costante.
State vigili, grida da troppo tempo la nostra amigdala.
Per questo vi vorrei, l’estate che viene, a Pantelleria dentro una calma che meritiamo.
E quale che sia il dammuso che sceglierete o lo specchio di mare, mi auguro di vedervi tutti lì un po’ felici e un po’ assenti.
Unicamente intenti a goderci l’ambito riposo.

Condividi