Che sia per tutti un sereno Natale

Il Natale è con I tuoi, si sa, mica l’ho inventato io.
Pasqua è a Pantelleria, e anche questo si sa, mica l’ho inventato io.
Detto questo, abbiamo pensato che farvi gli auguri fosse bello.
Alla stessa maniera in cui si fanno i regali, gli auguri sinceri si donano per gioia e piacere, poi magari storcerete il naso perché non erano gli auguri che speravate di trovare sotto il vostro albero di Natale.
Ma noi siamo certi di averci messo tutto il nostro affetto e il nostro ottimismo, pertanto noi vi auguriamo che sotto questo albero (e noi ce lo immaginiamo come un bel Pino Marittimo ancora ben piantato al suo suolo) voi possiate trovare qualsiasi anno desideriate (fuorché gli ultimi due), anche la ripetizione dell’anno più bello della vostra vita (magari riusciamo a farvi tornare sedicenni), una gioia di quelle indimenticabili come il piacere di sentirsi amati, il benessere di chi vi ama ed in ultimo, ma non ultimo, un anno di viaggi e di curiosità da soddisfare.
É inutile dire che ci piacerebbe, per chi già ci è stato, che tornaste a Pantelleria; più superfluo invitare a conoscere questa isola per chi non ha mai avuto il piacere di visitarla.
Però a noi piace di più immaginare che voi possiate fare il viaggio che da sempre avete desiderato, quello che sognate da una vita.
E se Pantelleria non è tra queste mete poco importa, ci sarà un altro momento per meravigliarsene.
Adesso è solo il momento dei desideri e dei regali, quelli seri, quelli che possano dare davvero gioia.
Pertanto, amiche e amici nostri, purché vi sia data la possibilità di viaggiare e raggiungere il luogo che immaginate da tempo, ecco, noi impacchettiamo questo regalo o desiderio e lo riponiamo sotto l’albero.
Se il vostro desiderio dovesse realizzarsi, vi chiediamo una sola promessa: scriveteci e raccontateci le vostre avventure, mandate foto, aneddoti e consigli sulla fetta di mondo che avete visitato.
Sarà un piacere tutto nostro pubblicare le vostre avventure sulla nostra pagina Facebook e sul nostro blog.
Buon viaggio allora, gente.
Perché non esiste niente di più bello che approdare su una terra nuova e riempire i propri occhi di tutta la meraviglia del MONDO.
Foto di Giovanni Matta

Condividi